Fosfatasi alcalina è un enzima che può essere trovato in molti tessuti del corpo, ma la sua più alta concentrazione è all’interno delle ossa, nelle cellule del fegato e nei dotti biliari. La fosfatasi alcalina rappresenta una varietà di isoenzimi con leggere differenze di struttura, suggerendo fonti diverse per ogni tessuto (fegato FA1, ossa FA2). Questi isoenzimi, se necessario, potranno essere quantificati separatamente.



I livelli di fosfatasi alcalina devono sempre essere misurati a digiuno, in quanto i livelli degli enzimi aumentano fino al 30 U / L dopo l’ingestione degli alimenti. La fosfatasi alcalina è prodotta in molti tessuti, come le ossa, fegato, reni, intestino, polmoni, placenta, letto vascolare, neutrofili e linfociti T attivati.

La fosfatasi alcalina nei bambini rappresenta un gruppo di quattro isoenzimi (osso, fegato, intestino e placenta) coinvolte in importanti processi metabolici quali la formazione delle ossa, il trasporto lipidico, il trasporto renale e il trasporto intestinale di fosfato immunoglobuline (IgG) durante la gestazione.

I livelli di fosfatasi alcalina nei bambini variano con l’età, il sesso e la gravidanza. Nei neonati nei primi tre mesi di vita e negli adolescenti questo enzima  può essere di 3-6 volte superiore rispetto ai valori degli adulti. Pertanto, è essenziale la descrizione, dei valori di riferimento di laboratorio, in base a questi parametri.



Le cause più comuni per la elevazione patologica della fosfatasi alcalina in pediatria sono malattie osteoblastiche, rachitismo, iperparatiroidismo, difetti alla nascita, malattie del fegato, malattia di Crohn, immunodeficienza, uso di antibiotici, chemioterapici e il metabolismo epatico di anticonvulsivanti (ad esempio, fenobarbital, valproato di sodio, sulfametossazolo-trimetoprim), chemioterapia, linfoma e, meno spesso, la malattia di Crohn, infarto polmonare e renale.

 La fosfatasi alcalina è abbondante all’interno delle cellule del fegato. Qualsiasi condizione che colpisce il fegato provoca il rilascio di elevate quantità di fosfatasi alcalina nel sangue, che possono poi essere rilevati da un semplice esame del sangue. In particolare, le condizioni che influenzano i dotti biliari, i minuscoli tubi che trasportano la bile dal fegato nell’intestino, provocano una marcata elevazione della fosfatasi alcalina, come le cellule che rivestono i dotti biliari hanno livelli particolarmente alti di questo enzima. Condizioni che influenzano la crescita ossea o il danneggiamento del tessuto osseo possono anche provocare aumenti del livello della fosfatasi alcalina.

 Nei bambini, le cause più comuni di una elevazione del livello di fosfatasi alcalina includono:

  •   l’epatite o un’infiammazione del fegato generalmente causata da virus;
  • mononucleosi, che può causare epatite e un doloroso gonfiore dei linfonodi del collo;
  • iperattività delle ghiandole paratiroidi , le piccole ghiandole che si trovano all’interno della tiroide
  • malattia di Paget, una condizione che causa l’ammorbidimento delle ossa con conseguente rottura delle stesse;
  • rachitismo, causata da una carenza di vitamina D nella dieta.

Sintomi fosfatasi alcalina nei bambini

Secondo le opinioni dei medici i bambini con patologie epatiche che hanno un innalzamento del livello di fosfatasi alcalina presentano ittero, o una sfumatura giallastra della pelle, nausea e vomito, ecchimosi e sanguinamento, stanchezza e debolezza e scarso aumento di peso e di appetito. Condizioni ossee con fosfatasi alcalina elevata possono causare dolore osseo localizzato, flessione delle gambe e formicolio o intorpidimento delle estremità oppure predisporre il bambino a fratture anche solo con un trauma lieve.

Nei bambini la fosfatasi alcalina può avere valori sballati

Nei bambini la fosfatasi alcalina può avere valori sballati

Valutazione

La valutazione di un elevato livello di fosfatasi alcalina in un bambino inizia con la storia della malattia e dei sintomi. La fosfatasi alcalina può essere suddivisa in iso-enzimi che determinano se l’elevazione proviene dalle ossa oppure dal fegato. Altri esami del sangue che possono aiutare nella diagnosi includono i test di funzionalità epatica, compresa la bilirubina, una sostanza che si accumula nel sangue in caso di danni ai dotti biliari e che provoca l’ittero, livelli anormali dell’ormone paratiroideo, calcio e vitamina D. Esami del fegato o una biopsia ossea possono essere necessari per individuare la causa dell’elevazione del livello di fosfatasi alcalina nei bambini.

Trattamento

Il trattamento per una elevazione del livello fosfatasi alcalina dipende dalla causa. L’epatite a causa di virus può essere auto-risolversi, anche se i bambini di solito richiedono un trattamento sintomatico con liquidi per via endovenosa e farmaci nausea minoranza. La chirurgia può essere necessaria in casi di iperparatiroidismo, e nei bambini con malattia di Paget osseo per riparare fratture o disallineamento delle ossa. Farmaci di solito riservati a pazienti anziani per il trattamento dell’osteoporosi potranno essere utilizzati anche nei bambini con la malattia di Paget.