La fosfatasi alcalina (ALP) comprendente un gruppo di enzimi escreti principalmente nel fegato e ossa. Vi sono altre parti del corpo che sono responsabili della produzione di fosfatasi alcalina: rene, placenta e la mucosa intestinale. Qualsiasi deviazione nel livello di questo enzima è associato ad una malattia epatica o ad una malattia ossea.

Come per gli esseri umani, anche nei cani livelli elevati di fosfatasi alcalina può essere un sintomo di problematiche di salute. E’ dimostrato che un cane che possiede elevate quantità di fosfatasi alcalina ha più del 50 per cento di possibilità di sviluppare malattie del fegato e delle ossa.

Cause di elevata fosfatasi alcalina alta nei cani

Le ragioni esatte per le quali la fosfatasi alcalina nei cani è particolarmente alta non sono note. Nella maggioranza dei casi, questa problematica è relativa a problemi di fegato e a malattie ossee. Inoltre, la somministrazione di alcuni farmaci per un periodo di tempo  lungo possono dare luogo a problemi di fosfatasi alcalina alta.

Alcuni dei problemi di salute del cane legati alla fosfatasi alcalina sono i seguenti:

  • Sindrome di Cushing. La malattia più comune del cane che provoca un’elevazione della fosfatasi alcalina è la malattia di Cushing che incide sulla produzione dell’adrenalina. Per regolarne l’ equilibrio il corpo del cane inizia a secernere elevate quantità di fosfatasi alcalina;
  • Epatite infettiva: è di solito trasmessa da un cane colpito ad un altro attraverso il contatto diretto o attraverso un alimento contaminato. In questa patologia i parassiti invasori attaccano il fegato che, a sua volta, provoca un aumento della fosfatasi alcalina e di altri enzimi epatici;
  • Iperplasia nodulare: è una malattia del fegato benigna che provoca la secrezione anomala di fosfatasi alcalina nel cane. È una malattia cronica e solitamente rimane asintomatica fino alla fase finale. Pertanto la diagnosi precoce di iperplasia nodulare è molto difficile in molti casi;

Alcuni dei sintomi della presenza di fosfatasi alcalina nei cani sono il malessere generale, la letargia, l’ittero, la debolezza e il dolore.

Esiste comunque anche la problematica contraria e cioè che i livelli di fosfatasi alcalina nei cani siano particolarmente bassi: questo potrebbe essere un difetto genetico che provoca disfunzione ossee e problemi renali.

L’aumento della fosfatasi alcalina nel cane viene diagnosticata con un semplice esame del sangue. Sebbene un esame del sangue è utile per individuare l’ aumento del livello di fosfatasi alcalina nel corpo, non è altrettanto efficace per identificare la causa dell’aumento. Pertanto , i metodi di diagnosi corrette differenziali ( quali l’elettroforesi affinità) è essenziale per verificare se il difetto dell’osso o il fegato . Il veterinario può anche controllare l’ittero , pancreatite , cane , cancro del fegato e altre malattie del fegato . Per saperne di più su gli alti enzimi epatici nei cani. Quando tramite analisi del sangue si verifica un leggero aumento della fosfatasi alcalina non è necessario il trattamento terapeutico. Tuttavia il veterinario può suggerire alcuni accorgimenti per far ritornare la fosfatasi alcalina nella norma: ad esempio il monitoraggio ed il cambio delle abitudini alimentari.

nei cani fosfatasi alcalina

Anche nei cani possono esserci livelli elevati di fosfatasi alcalina

Il trattamento rapido della fosfatasi alcalina nei cani si rende invece necessario quando ci sono altri fattori di rischio per gravi complicanze. La metodologia per il trattamento di livelli elevati di fosfatasi alcalina dipende dalla salute generale del cane diagnostico.
L’animale ammalato dovrebbe essere alimentato con cibo per cani con bassa concentrazione di sodio e con carboidrati semplici e acidi grassi. Questi alimenti assicurano che il fegato non venga sovraccaricato durante il processo di digestione. Con farmaci adeguati si può comunque rendere la vita del vostro animale domestico più confortevole e più di lunga durata.